La sezione di Viagrande dell’Associazione Volontari Italiani del Sangue nasce il 22 dicembre 1983



Soci fondatori: Augino Benedetto,  Barbagallo Antonio,  Basile Carmelo,  Castroflorio Giosuč,  Catalano Alfio,  Di Bella Felice,  Emilio Carla,  Giuffrida Stefano,  Guliti Stefano, La Malfa Ida,  Massimino Salvatore,  Messina Carmelo,  Messina Gaetano,  Migliore Marcello, Nicolosi Giuseppe, Potenza Giovanni, Principato Mario, Rapisarda Santo, Scolari Rutilio, Torrisi Salvatore,  Travagliante Fortunata, Vinci Salvatore Umberto, Zappalą Anna.


Promotore dell'iniziativa fł l’attuale presidente Sig. Stefano Guliti. so­stenuto da 25 persone motivate dal medesimo spirito di altruismo. il 22.12.1983 nello studio notarile del dott. Giuseppe Pittella. presenti [avv. Valerio Battaglia, vice presidente regionale AVIS ed il Si-. Gianni Catra. responsabile del settore propaganda dell'AVIS provinciale di Catania. viene costituita la sezione AVIS di Viagrande. I tempi sono maturi perché il paese prenda coscienza che la solidarietą umana č un dovere sociale ed č in questo senso che si muove il primo gruppo dirigente della neonata as­sociazione viagrandese.
Il presidente Stefano Guliti. i vice presidenti Giosuč Castroflorio e Antonio Barbagallo. il segretario Salvatore Torrisi. l'amministratore Santo Rapisarda, il direttore sanitario Salvatore Umberto Vinci, il consi­gliere provinciale Stefano Giuffrida, il delegato dell'assemblea provin­ciale Felice Di Bella. ospitati provvisoriamente in una sede allestita pres­so l'abitazione del presidente. e successivamente presso i locali dell'Associazione Turistica Pro Loco. iniziano un lavoro di reperimento delle risorse economiche volte ad avviare un programma di attivitą di in­formazione e di una campagna di sensibilizzazione nei confronti della cit­tadinanza.
La scuola media viene individuata come primo veicolo di informa­zione del concetto del dono del sangue tanto che si organizza il primo in­contro AVIS-SCUOLA. E' una manifestazione dimostrativa realizzata con i saggi, gli elaborati e i grafici dei giovani studenti sul tema:
"La do­nazione del sangue".